Report e panoramica del monitoraggio

È importante controllare regolarmente l'utilizzo dell'API Google Maps Platform, la quota e i dati di fatturazione. Queste informazioni consentono di misurare l'utilizzo delle API, di rispettare i limiti di consumo predefiniti e di controllare i costi tramite i budget pianificati. Esaminando queste informazioni, puoi anche segnalare eventuali interazioni impreviste che potrebbero verificarsi tra le tue applicazioni e i servizi Google Maps Platform.

Maps Platform offre due strumenti che possono aiutarti a esaminare l'utilizzo, la quota e i dati di fatturazione:

  • Report: un insieme di report visivi predefiniti che consentono di visualizzare facilmente l'utilizzo di base, la quota e le informazioni di fatturazione dell'API nella console Google Cloud. Puoi determinare rapidamente il numero di chiamate API, la distanza da raggiungere per le quote di utilizzo delle API e monitorare l'utilizzo della fatturazione nel tempo.
  • Monitoraggio: un insieme di strumenti, sia in Cloud Console sia tramite un'API, che consente di monitorare l'utilizzo delle API, la quota e i dati di fatturazione e definire gli avvisi quando una di queste metriche si avvicina a un limite predefinito.

    Monitoring consente di creare dashboard di monitoraggio personalizzate che mostrano le metriche come tipi di grafici diversi. Quando una metrica supera una soglia predefinita, puoi anche inviare notifiche di avviso, ad esempio email o SMS.

Report

I report in Maps Platform forniscono una serie di report visivi predefiniti che consentono di visualizzare facilmente i dati di base sull'utilizzo dell'API, la quota e la fatturazione in Cloud Console. Visualizza i report sull'utilizzo, la quota e i numeri di fatturazione dell'API Maps Platform utilizzando Cloud Console.

Report API e servizi

Il report API e servizi di Cloud Console fornisce metriche di utilizzo per tutte le API abilitate per il tuo progetto, inclusi gli SDK e le API Maps Platform, nonché tutti gli altri servizi e API di Google.

Questa immagine mostra il report API e servizi.

Uno screenshot della pagina API Monitoring nella console Google Cloud, che mostra la dashboard dei report API e servizi. Mostra grafici separati per traffico, errori e latenza mediana. Questi grafici possono mostrare i dati relativi a un'ora fino a 30 giorni.

Quote

Le quote impostano limiti per il numero di richieste che il progetto può effettuare alle API di Google Maps Platform. Le richieste possono essere limitate in tre modi:

  • al giorno
  • Al minuto
  • Per utente al minuto (ove disponibile)

Solo le richieste riuscite e le richieste che causano errori del server vengono conteggiate nella quota. Le richieste che non superano l'autenticazione non vengono conteggiate.

L'utilizzo delle quote viene visualizzato nei grafici nella pagina Report delle quote in Cloud Console.

Screenshot della pagina Quote di Maps in Google Cloud Console. Mostra le quote per API utilizzando un selettore, quindi mostra i caricamenti mappa in relazione alle quote impostate per l'API in questione.

Fatturazione

I report Fatturazione di Cloud Console forniscono informazioni sulla fatturazione e sui relativi costi per il progetto selezionato.

La pagina Report di fatturazione Cloud consente di visualizzare i costi di utilizzo di Google Cloud Platform per tutti i progetti collegati a un account di fatturazione Cloud. Per visualizzare le tendenze dei costi importanti per te, puoi selezionare un intervallo di dati, specificare un intervallo di tempo, configurare i filtri del grafico e raggruppare per progetto, servizio, SKU o località.

I report di fatturazione Cloud possono aiutarti a rispondere a domande come queste:

  • Come cambierà la spesa di Google Cloud Platform per il mese in corso?
  • Quale progetto è costato di più il mese scorso?
  • Quali sono i costi futuri previsti in base alle tendenze storiche?
  • Quanto sto spendendo in base all'area geografica?

Questa immagine mostra il report Fatturazione.

Screenshot della pagina Fatturazione di Maps in Google Cloud Console. Mostra i dati di fatturazione relativi a un mese di calendario per tutti i progetti.

Monitoring

Cloud Monitoring raccoglie le misurazioni del tuo servizio e delle risorse Google Cloud Platform che utilizzi. Ad esempio, puoi monitorare le chiamate API o l'utilizzo della quota in un intervallo di tempo specificato.

Non solo puoi definire metriche e grafici personalizzati, ma anche definire avvisi. Utilizza gli avvisi per inviare una notifica quando le prestazioni di un servizio non soddisfano i criteri che hai definito. Ad esempio, puoi inviare una notifica via email, SMS, all'app per dispositivi mobili Cloud Console e altre opzioni.

Metriche

In Cloud Monitoring:

  • Una metrica descrive qualcosa che viene misurato. Alcuni esempi di metriche sono il numero di chiamate a un'API, la percentuale di quota di utilizzo consumata o l'utilizzo della CPU di una macchina virtuale.
  • Una serie temporale è una struttura di dati che contiene misurazioni con timestamp di una metrica e informazioni sull'origine e sul significato di tali misurazioni.

Per esplorare i dati delle metriche, crea un grafico con Metrics Explorer. Ad esempio, per visualizzare il numero di richieste di un'API a intervalli di un minuto nell'ultima ora, utilizza Metrics Explorer per creare un grafico che mostra i dati più recenti.

Screenshot di un grafico a linee personalizzato che mostra i conteggi delle API. Il grafico può mostrare i dati di un'ora
  o di sei settimane oppure di un periodo di tempo personalizzato.

Dashboard

Le dashboard ti consentono di visualizzare e monitorare i dati delle serie temporali sotto forma di raccolta di grafici. Per creare dashboard personalizzate, puoi utilizzare Cloud Console o l'API Cloud Monitoring.

L'immagine seguente mostra una dashboard personalizzata con due grafici: un grafico delle quote a sinistra e un grafico di conteggio delle API a destra.

Uno screenshot di una dashboard personalizzata che mostra due grafici. Il grafico a sinistra è un grafico delle quote, mentre a destra un grafico dell'utilizzo delle API. Entrambi i grafici elencano i punti temporali sul loro asse orizzontale.

Avvisi

Per ricevere una notifica quando le prestazioni di un servizio non soddisfano i criteri che hai definito, crea un criterio di avviso. Ad esempio, puoi creare un criterio di avviso che invia una notifica al team su chiamata quando il 90° percentile della latenza delle risposte HTTP 200 del tuo servizio supera i 100 ms.

Gli avvisi offrono consapevolezza tempestiva dei problemi nelle applicazioni cloud in modo che tu possa risolverli rapidamente.

Cloud Monitoring supporta molti tipi di avvisi, ad esempio:

Passaggi successivi