Autenticazione con un server di backend

Se utilizzi Accedi con Google su un'app o un sito che comunica con un server di backend, potresti dover identificare l'utente che ha eseguito l'accesso sul server. Per farlo in sicurezza, dopo che un utente ha eseguito l'accesso, invia il token ID dell'utente al tuo server utilizzando HTTPS. Quindi, sul server, verifica l'integrità del token ID e utilizza le informazioni utente contenute nel token per stabilire una sessione o creare un nuovo account.

Invia il token ID al tuo server

Dopo che un utente ha eseguito l'accesso, recupera il token ID dell'utente:

function onSignIn(googleUser) {
  var id_token = googleUser.getAuthResponse().id_token;
  ...
}

Quindi, invia il token ID al tuo server con una richiesta POST HTTPS:

var xhr = new XMLHttpRequest();
xhr.open('POST', 'https://yourbackend.example.com/tokensignin');
xhr.setRequestHeader('Content-Type', 'application/x-www-form-urlencoded');
xhr.onload = function() {
  console.log('Signed in as: ' + xhr.responseText);
};
xhr.send('idtoken=' + id_token);

Verifica l'integrità del token ID

Dopo aver ricevuto il token ID tramite HTTPS POST, devi verificarne l'integrità.

如需验证令牌是否有效,请确保满足以下条件:

  • ID 令牌由 Google 正确签名。使用 Google 的公钥(以 JWKPEM 格式提供)来验证令牌的签名。这些密钥会定期轮替;请检查响应中的 Cache-Control 标头,以确定何时应再次检索它们。
  • ID 令牌中 aud 的值等于应用的某个客户端 ID。通过进行这项检查,可以防止向恶意应用颁发的 ID 令牌用于访问应用后端服务器上同一用户的数据。
  • ID 令牌中 iss 的值等于 accounts.google.comhttps://accounts.google.com
  • ID 令牌的过期时间 (exp) 尚未过去。
  • 如果您需要验证该 ID 令牌代表的是 Google Workspace 或 Cloud 组织帐号,则可以检查 hd 声明,该声明指示用户的托管网域。仅允许特定网域的成员访问资源时,必须使用此方法。缺少此声明表示帐号不属于 Google 托管的网域。

我们强烈建议您使用适合您的平台的 Google API 客户端库或通用 JWT 库,而不是自行编写代码来执行这些验证步骤。对于开发和调试,您可以调用我们的 tokeninfo 验证端点。

Utilizzo di una libreria client delle API di Google

L'utilizzo di una delle librerie client delle API di Google (ad esempio Java, Node.js, PHP, Python) è il metodo consigliato per convalidare i token ID Google in un ambiente di produzione.

Java

Per convalidare un token ID in Java, utilizza l'oggetto GoogleIdTokenVerifier. Ad esempio:

import com.google.api.client.googleapis.auth.oauth2.GoogleIdToken;
import com.google.api.client.googleapis.auth.oauth2.GoogleIdToken.Payload;
import com.google.api.client.googleapis.auth.oauth2.GoogleIdTokenVerifier;

...

GoogleIdTokenVerifier verifier = new GoogleIdTokenVerifier.Builder(transport, jsonFactory)
    // Specify the CLIENT_ID of the app that accesses the backend:
    .setAudience(Collections.singletonList(CLIENT_ID))
    // Or, if multiple clients access the backend:
    //.setAudience(Arrays.asList(CLIENT_ID_1, CLIENT_ID_2, CLIENT_ID_3))
    .build();

// (Receive idTokenString by HTTPS POST)

GoogleIdToken idToken = verifier.verify(idTokenString);
if (idToken != null) {
  Payload payload = idToken.getPayload();

  // Print user identifier
  String userId = payload.getSubject();
  System.out.println("User ID: " + userId);

  // Get profile information from payload
  String email = payload.getEmail();
  boolean emailVerified = Boolean.valueOf(payload.getEmailVerified());
  String name = (String) payload.get("name");
  String pictureUrl = (String) payload.get("picture");
  String locale = (String) payload.get("locale");
  String familyName = (String) payload.get("family_name");
  String givenName = (String) payload.get("given_name");

  // Use or store profile information
  // ...

} else {
  System.out.println("Invalid ID token.");
}

Il metodo GoogleIdTokenVerifier.verify() verifica la firma JWT, l'attestazione aud, le rivendicazioni iss e exp.

Se devi verificare che il token ID rappresenti un account Google Workspace o Cloud dell'organizzazione, puoi verificare la rivendicazione hd controllando il nome di dominio restituito dal metodo Payload.getHostedDomain(). Il dominio della rivendicazione email non è sufficiente per garantire che l'account sia gestito da un dominio o da un'organizzazione.

Node.js

Per convalidare un token ID in Node.js, utilizza la libreria di autenticazione di Google per Node.js. Installa la libreria:

npm install google-auth-library --save
Quindi, chiama la funzione verifyIdToken(). Ad esempio:

const {OAuth2Client} = require('google-auth-library');
const client = new OAuth2Client();
async function verify() {
  const ticket = await client.verifyIdToken({
      idToken: token,
      audience: CLIENT_ID,  // Specify the CLIENT_ID of the app that accesses the backend
      // Or, if multiple clients access the backend:
      //[CLIENT_ID_1, CLIENT_ID_2, CLIENT_ID_3]
  });
  const payload = ticket.getPayload();
  const userid = payload['sub'];
  // If the request specified a Google Workspace domain:
  // const domain = payload['hd'];
}
verify().catch(console.error);

La funzione verifyIdToken verifica la firma JWT, l'attestazione aud, le attestazioni exp e iss.

Se devi verificare che il token ID rappresenti un account Google Workspace o Cloud dell'organizzazione, puoi controllare la rivendicazione hd, che indica il dominio ospitato dell'utente. Questa opzione deve essere utilizzata per limitare l'accesso a una risorsa ai soli membri di determinati domini. L'assenza di questa rivendicazione indica che l'account non appartiene a un dominio ospitato da Google.

PHP

Per convalidare un token ID in PHP, utilizza la libreria client delle API di Google per PHP. Installa la libreria (ad esempio, utilizzando Composer):

composer require google/apiclient
Quindi chiama la funzione verifyIdToken(). Ad esempio:

require_once 'vendor/autoload.php';

// Get $id_token via HTTPS POST.

$client = new Google_Client(['client_id' => $CLIENT_ID]);  // Specify the CLIENT_ID of the app that accesses the backend
$payload = $client->verifyIdToken($id_token);
if ($payload) {
  $userid = $payload['sub'];
  // If the request specified a Google Workspace domain
  //$domain = $payload['hd'];
} else {
  // Invalid ID token
}

La funzione verifyIdToken verifica la firma JWT, l'attestazione aud, le attestazioni exp e iss.

Se devi verificare che il token ID rappresenti un account Google Workspace o Cloud dell'organizzazione, puoi controllare la rivendicazione hd, che indica il dominio ospitato dell'utente. Questa opzione deve essere utilizzata per limitare l'accesso a una risorsa ai soli membri di determinati domini. L'assenza di questa rivendicazione indica che l'account non appartiene a un dominio ospitato da Google.

Python

Per convalidare un token ID in Python, utilizza la funzione verify_oauth2_token. Ad esempio:

from google.oauth2 import id_token
from google.auth.transport import requests

# (Receive token by HTTPS POST)
# ...

try:
    # Specify the CLIENT_ID of the app that accesses the backend:
    idinfo = id_token.verify_oauth2_token(token, requests.Request(), CLIENT_ID)

    # Or, if multiple clients access the backend server:
    # idinfo = id_token.verify_oauth2_token(token, requests.Request())
    # if idinfo['aud'] not in [CLIENT_ID_1, CLIENT_ID_2, CLIENT_ID_3]:
    #     raise ValueError('Could not verify audience.')

    # If the request specified a Google Workspace domain
    # if idinfo['hd'] != DOMAIN_NAME:
    #     raise ValueError('Wrong domain name.')

    # ID token is valid. Get the user's Google Account ID from the decoded token.
    userid = idinfo['sub']
except ValueError:
    # Invalid token
    pass

La funzione verify_oauth2_token verifica la firma JWT, l'attestazione aud e l'attestazione exp. Devi anche verificare la dichiarazione hd (se applicabile) esaminando l'oggetto restituito da verify_oauth2_token. Se più client accedono al server di backend, verifica anche manualmente la rivendicazione aud.

Chiamata all'endpoint tokeninfo

Un modo semplice per convalidare la firma di un token ID per il debug consiste nell'utilizzare l'endpoint tokeninfo. La chiamata di questo endpoint comporta un'ulteriore richiesta di rete che esegue la maggior parte della convalida per te mentre testerai la convalida e l'estrazione del payload corrette nel tuo codice. Non è adatto all'uso nel codice di produzione poiché le richieste potrebbero essere limitate o comunque soggette a errori intermittenti.

Per convalidare un token ID utilizzando l'endpoint tokeninfo, effettua una richiesta HTTPS POST o GET all'endpoint e trasmetti il token ID nel parametro id_token. Ad esempio, per convalidare il token "XYZ123", effettua la seguente richiesta GET:

https://oauth2.googleapis.com/tokeninfo?id_token=XYZ123

Se il token è firmato correttamente e le attestazioni iss e exp hanno i valori previsti, riceverai una risposta HTTP 200, in cui il corpo contiene le rivendicazioni del token ID in formato JSON. Ecco un esempio di risposta:

{
 // These six fields are included in all Google ID Tokens.
 "iss": "https://accounts.google.com",
 "sub": "110169484474386276334",
 "azp": "1008719970978-hb24n2dstb40o45d4feuo2ukqmcc6381.apps.googleusercontent.com",
 "aud": "1008719970978-hb24n2dstb40o45d4feuo2ukqmcc6381.apps.googleusercontent.com",
 "iat": "1433978353",
 "exp": "1433981953",

 // These seven fields are only included when the user has granted the "profile" and
 // "email" OAuth scopes to the application.
 "email": "testuser@gmail.com",
 "email_verified": "true",
 "name" : "Test User",
 "picture": "https://lh4.googleusercontent.com/-kYgzyAWpZzJ/ABCDEFGHI/AAAJKLMNOP/tIXL9Ir44LE/s99-c/photo.jpg",
 "given_name": "Test",
 "family_name": "User",
 "locale": "en"
}

Se devi verificare che il token ID rappresenti un account Google Workspace, puoi controllare la rivendicazione hd, che indica il dominio ospitato dell'utente. Deve essere utilizzata quando limiti l'accesso a una risorsa ai soli membri di determinati domini. L'assenza di questa rivendicazione indica che l'account non appartiene a un dominio ospitato su Google Workspace.

Creare un account o una sessione

Dopo aver verificato il token, controlla se l'utente si trova già nel tuo database utenti. In tal caso, stabilisci una sessione autenticata per l'utente. Se l'utente non è ancora presente nel tuo database utenti, crea un nuovo record utente dalle informazioni contenute nel payload del token ID e stabilisci una sessione per l'utente. Puoi richiedere all'utente eventuali informazioni del profilo aggiuntive di cui hai bisogno quando rilevi un nuovo utente nella tua app.

Proteggere gli account degli utenti con la Protezione su più account

Quando ti affidi a Google per accedere a un utente, beneficerai automaticamente di tutte le funzionalità e l'infrastruttura di sicurezza che Google ha creato per salvaguardare i dati dell'utente. Tuttavia, nell'improbabile caso che l'Account Google dell'utente venga compromesso o si verifichi un altro evento di sicurezza significativo, anche la tua app può essere vulnerabile agli attacchi. Per proteggere meglio i tuoi account dai principali eventi di sicurezza, utilizza la Protezione su più account per ricevere avvisi di sicurezza da Google. Quando ricevi questi eventi, hai visibilità sulle modifiche importanti apportate alla sicurezza dell'Account Google dell'utente e puoi quindi intervenire sul servizio per proteggere i tuoi account.