Creare titoli e snippet utili per i risultati della Ricerca

Google genera in modo completamente automatico i titoli e le descrizioni (o "snippet") delle pagine, tenendo in considerazione sia i contenuti di una pagina che i riferimenti alla pagina presenti sul Web. Lo scopo dello snippet e del titolo è rappresentare e descrivere al meglio ogni risultato e spiegare in che modo è correlato alla query dell'utente.

Utilizziamo una serie di fonti diverse per queste informazioni, tra cui informazioni descrittive presenti nel titolo e nei meta tag di ogni pagina. Possiamo anche utilizzare informazioni disponibili pubblicamente oppure creare risultati multimediali basati sul markup nella pagina.

Non possiamo modificare manualmente i titoli o gli snippet dei singoli siti, ma stiamo lavorando per renderli quanto più pertinenti possibile. Puoi contribuire a migliorare la qualità del titolo e dello snippet visualizzati per le pagine seguendo le linee guida generali riportate di seguito.

Creare titoli di pagina descrittivi

I titoli sono estremamente importanti poiché forniscono agli utenti informazioni rapide sui contenuti di un risultato e sul perché questo sia pertinente alla query. I titoli sono spesso l'informazione principale utilizzata dagli utenti per decidere su quali risultati fare clic, quindi è importante che le tue pagine web includano titoli di alta qualità.

Di seguito sono riportati alcuni suggerimenti per la gestione dei titoli:

  • Come spiegato in precedenza, assicurati che per ogni pagina del tuo sito sia specificato un titolo nel tag <title>.
  • Scrivi titoli delle pagine descrittivi e concisi. Evita descrizioni vaghe come "Home" per la home page o "Profile" per fare riferimento al profilo specifico di una persona. Evita anche titoli inutilmente lunghi o dettagliati che probabilmente verranno troncati quando saranno visualizzati nei risultati di ricerca.
  • Evita l'utilizzo di parole chiave in eccesso. A volte è utile avere qualche termine descrittivo nel titolo, ma non c'è motivo di ripetere più volte le stesse parole o frasi. Un titolo "Foobar, foo bar, foobars, foo bars" non è utile per l'utente e questo tipo di parole chiave in eccesso può far credere agli utenti e a Google che i risultati contengano spam.
  • Evita titoli ripetuti o "boilerplate". È importante avere titoli distinti e descrittivi per ogni pagina del sito. Ad esempio, intitolare "Prodotti in vendita a buon prezzo" tutte le pagine di un sito commerciale impedisce agli utenti di distinguere le differenze tra una pagina e l'altra. Non sono utili neanche i titoli lunghi che variano solo per un'informazione (titoli "boilerplate"); ad esempio, un titolo standardizzato come "<band name> - See videos, lyrics, posters, albums, reviews and concerts" contiene molto testo non informativo. Una soluzione è l'aggiornamento dinamico del titolo affinché rispecchi meglio i contenuti effettivi della pagina: ad esempio, includi le parole '"video", "testi" e così via solo se quella pagina specifica contiene video o testi. Un'altra soluzione è usare soltanto "<band name>" come titolo conciso e la meta descrizione (vedi di seguito) per descrivere i contenuti del sito.
  • Inserisci il tuo brand nei titoli, ma in modo conciso. Il titolo della home page del sito è adatto a includere alcune informazioni aggiuntive relative al sito, ad esempio "ExampleSocialSite, a place for people to meet and mingle". Tuttavia, la presenza di questo testo nel titolo di ogni pagina del sito incide sulla leggibilità e risulterà particolarmente ripetitiva se una stessa query restituisce diverse pagine del sito. In questo caso, valuta l'inclusione del nome del sito solo all'inizio o alla fine di ogni titolo della pagina, separandolo dal resto del titolo con un delimitatore (un trattino, i due punti o una barra verticale), come riportato di seguito:
    <title>ExampleSocialSite: Sign up for a new account.</title>
  • Fai attenzione quando impedisci ai motori di ricerca di eseguire la scansione delle pagine. L'utilizzo del protocollo robots.txt nel sito può impedire a Google di eseguire la scansione delle pagine, ma non sempre riesce a impedire che vengano indicizzate. Ad esempio, Google può indicizzare una pagina scoperta seguendo il link dal sito di un'altra persona. Per visualizzare la pagina nei risultati di ricerca, Google deve visualizzare un titolo, qualunque sia; poiché non può accedere ai contenuti della pagina, farà affidamento sui contenuti non appartenenti alla pagina, come l'anchor text da altri siti. Per bloccare a tutti gli effetti l'indicizzazione di un URL, puoi utilizzare l'istruzione noindex.

Perché il titolo del risultato di ricerca potrebbe essere diverso dal tag <title> della pagina

Se abbiamo rilevato uno dei problemi relativi al titolo elencati in precedenza in un risultato specifico, potremo tentare di generare un titolo migliore da anchor text, testo nella pagina o da altre fonti. Tuttavia, a volte anche le pagine con titoli ben formulati, concisi e descrittivi ricevono titoli diversi nei risultati di ricerca per indicare meglio la loro pertinenza alla query. Il motivo è semplice: il tag <title>, come specificato dal proprietario del sito web, può essere solo statico e fisso, indipendentemente dalla query.

Una volta venuti a conoscenza della query dell'utente, spesso riusciamo a ricavare da una pagina un testo alternativo che spieghi meglio perché quel risultato è pertinente. L'utilizzo di questo testo alternativo come titolo è d'aiuto sia all'utente sia al sito. Gli utenti cercano i termini di query o altri segnali di pertinenza tra i risultati, quindi un titolo su misura rispetto alla query può aumentare le possibilità di click-through da parte degli utenti.

Se noti che le tue pagine vengono visualizzate nei risultati di ricerca con titoli modificati, verifica se i titoli presentano uno dei problemi descritti in precedenza. Nel caso in cui non abbiano tali problemi, valuta se il titolo alternativo si adatta meglio alla query. Se pensi ancora che il titolo originale sia migliore, comunicacelo tramite la Community di assistenza di Google Search Central.

Come vengono creati gli snippet

Gli snippet vengono creati automaticamente in base ai contenuti della pagina. Lo scopo degli snippet è mettere in risalto e mostrare in anteprima i contenuti della pagina più attinenti alla ricerca specifica dell'utente. Ciò significa che per una stessa pagina potrebbero essere mostrati snippet diversi a seconda della ricerca.

I proprietari dei siti hanno a disposizione due metodi principali per suggerire contenuti da usare per gli snippet:

Come adattare la presentazione degli snippet

Puoi impedire la creazione e la visualizzazione di snippet relativi al tuo sito nei risultati della Ricerca oppure, in alternativa, comunicare a Google la lunghezza massima desiderata per i tuoi snippet. Usa il meta tag nosnippet per impedire a Google di visualizzare uno snippet per la tua pagina nei risultati della Ricerca oppure il meta tag max-snippet:[number] per specificare la lunghezza massima dei tuoi snippet nei risultati. Puoi anche usare data-nosnippet per impedire che determinate parti dei contenuti di testo della pagina vengano mostrate in uno snippet.

Creare meta descrizioni efficaci

A volte Google usa il tag <meta name="description"> di una pagina per generare lo snippet di un risultato di ricerca, se ritiene che fornisca agli utenti una descrizione più accurata di quella derivata unicamente dai contenuti nella pagina. Un tag della meta descrizione informa in generale gli utenti e suscita il loro interesse con un breve riepilogo pertinente del tema di una determinata pagina. È come una presentazione per convincere l'utente che la pagina è esattamente quello che cerca. Non esistono limiti di lunghezza per una meta descrizione, ma gli snippet dei risultati di ricerca vengono troncati a seconda delle necessità, in genere per adattarli alla larghezza dei dispositivi.

  • Assicurati che ogni pagina del sito abbia una meta descrizione.
  • Differenzia le descrizioni delle varie pagine. Descrizioni identiche o simili in ogni pagina di un sito non sono utili quando nei risultati web vengono visualizzate singole pagine. In questi casi, è meno probabile che venga pubblicato il testo "boilerplate". Dove possibile, crea descrizioni che illustrano in modo preciso la pagina specifica. Utilizza descrizioni a livello di sito nella home page o in altre pagine di aggregazione e descrizioni a livello di pagina altrove. Se non hai tempo di creare una descrizione per ogni singola pagina, prova a impostare una priorità per i tuoi contenuti: crea una descrizione almeno per gli URL essenziali come la home page e le pagine visitate più frequentemente.
  • Includi nella descrizione informazioni codificate in modo chiaro. Non è necessario che la meta descrizione abbia un formato descrittivo, perché rappresenta anche la posizione ideale per inserire informazioni sulla pagina. Ad esempio, notizie o post su blog possono indicare l'autore, la data di pubblicazione e informazioni sulle fonti. In tal modo, i potenziali visitatori otterranno informazioni molto pertinenti che altrimenti non potrebbero essere visualizzate nello snippet. Analogamente, nelle pagine di prodotto, le informazioni chiave (prezzo, età, produttore) possono essere distribuite in tutta la pagina. Una meta descrizione accurata raggruppa tutti questi dati. Ad esempio, la seguente meta descrizione fornisce informazioni dettagliate su un libro.
    <meta name="description" content="Written by A.N. Author,
    Illustrated by V. Gogh, Price: $17.99,
    Length: 784 pages">

    In questo esempio le informazioni sono chiaramente codificate e separate.

  • Genera le descrizioni in modo programmatico. Per alcuni siti, come le fonti di notizie, la generazione di una descrizione accurata e unica per ogni pagina è facile: poiché ogni articolo è scritto a mano, aggiungere una descrizione composta da una frase richiede uno sforzo minimo. Nei siti basati su database di grandi dimensioni, come gli aggregatori di prodotti, scrivere a mano le descrizioni può risultare impossibile. Nel secondo caso, tuttavia, la generazione delle descrizioni in modo programmatico può essere appropriata ed è consigliata. Una buona descrizione è ben distinta e facilmente leggibile dall'utente. I dati specifici di una pagina sono ideali per la generazione in modo programmatico. Tieni presente che le meta descrizioni composte da lunghe stringhe di parole chiave non danno agli utenti una chiara idea dei contenuti della pagina ed è meno probabile che vengano visualizzate al posto di un normale snippet.
  • Utilizza descrizioni di qualità. Infine, assicurati che le descrizioni siano veramente efficaci. Poiché le meta descrizioni non vengono inserite nelle pagine visualizzate dall'utente, è facile che questi contenuti vengano trascurati. Descrizioni di alta qualità, tuttavia, possono essere visualizzate nei risultati di ricerca di Google e risultare molto utili per migliorare la qualità e la quantità del traffico di ricerca.