Upgrade dei componenti aggiuntivi pubblicati

Se hai già creato e pubblicato un componente aggiuntivo per estendere Gmail o Calendar, puoi eseguirne l'upgrade in un Google Workspace componente aggiuntivo. Le istruzioni contenute in questa pagina spiegano come aggiungere Google Workspace funzionalità ai componenti aggiuntivi di Gmail o Calendar esistenti e poi pubblicare il componente aggiuntivo di cui è stato eseguito l'upgrade in modo che possa essere rilevato e installato.

Puoi trasferire la nuova funzionalità nel componente aggiuntivo originale per conservare la Google Workspace scheda del Marketplace, le installazioni e gli utenti. L'upgrade ti consente anche di sfruttare le nuove Google Workspace funzionalità aggiuntive come le home page.

Passaggio 1: crea una copia del progetto Apps Script del tuo componente aggiuntivo

Il componente aggiuntivo di cui è stato eseguito l'upgrade utilizza lo stesso progetto Google Cloud del componente aggiuntivo pubblicato, ma è importante creare e utilizzare una copia del progetto Apps Script sottostante in modo che gli utenti esistenti non siano interessati durante il test della versione sottoposta ad upgrade. Eseguire l'upgrade di una copia del progetto di script originale significa anche che puoi sempre accedere al codice originale e, se necessario, eseguirne nuovamente il deployment.

  1. Apri il progetto esistente di componenti aggiuntivi di Gmail per le conferenze di Gmail o di Calendar.
  2. A sinistra, fai clic su Panoramica .
  3. A destra, fai clic su Crea una copia .
  4. Sulla sinistra, fai clic su Impostazioni progetto > Modifica progetto.
  5. Fai clic su Numero progetto GCP.
  6. Inserisci lo stesso numero di progetto associato al tuo progetto Apps Script di componenti aggiuntivi pubblicato.
  7. Fai clic su Imposta progetto.

Passaggio 2: integra Google Workspace funzionalità aggiuntive

Devi progettare e implementare Google Workspace le funzionalità aggiuntive che vuoi aggiungere al componente aggiuntivo.

  1. Decidi quali contenuti mostrare nelle schede home page dei componenti aggiuntivi e se devono essere visualizzati in Gmail, Calendar, Drive o qualsiasi combinazione dei tre host. Se vuoi una home page in più host, decidi se può essere la stessa o se vuoi schede personalizzate per ogni host.
  2. Nel progetto Apps Script dei componenti aggiuntivi copiati, crea le tue schede nella home page con le funzioni homepageTrigger. Assicurati di includere tutte le funzioni o la logica di supporto necessarie per controllare le nuove interfacce della home page.
  3. Prendi in considerazione l'aggiunta di schede contestuali attivate dall'azione di un utente, come l'apertura di un thread di messaggi di Gmail o di un evento di calendario.

  4. Aggiorna qualsiasi accesso degli oggetti evento nel componente aggiuntivo (nelle funzioni di callback del widget o nelle funzioni di attivazione contestuale) in modo da utilizzare la struttura di oggetti evento aggiornata. La nuova struttura contiene ancora gli stessi campi di oggetti evento utilizzati dai componenti aggiuntivi di Gmail e Calendar, ma i campi originali vengono ritirati e verranno rimossi.

Passaggio 3: aggiorna il file manifest del componente aggiuntivo

La modalità di memorizzazione delle informazioni di configurazione nella struttura del manifest Google Workspace I componenti aggiuntivi sono cambiati notevolmente dalla struttura dei componenti aggiuntivi di Gmail e dall'utilizzo dei componenti aggiuntivi di Calendar per le conferenze. Durante l'upgrade del componente aggiuntivo, devi aggiornare i campi manifest del progetto Apps Script del componente aggiuntivo in base alle tabelle riportate di seguito. Devi aggiornare tutte le proprietà secondarie pertinenti nella nuova proprietà addOns.

Assicurati inoltre di aggiornare il campo oauthScopes del file manifest secondo necessità per riflettere le autorizzazioni richieste dal componente aggiuntivo aggiornato.

Per ulteriori informazioni sui Google Workspace file manifest aggiuntivi, consulta la sezione Manifest.

Componenti aggiuntivi di Gmail

Campo del file manifest originale Azione richiesta
gmail.composeTrigger Sposta in addOns.gmail.composeTrigger.
gmail.contextualTriggers[] Sposta l'elenco in addOns.gmail.contextualTriggers[].
gmail.logoUrl Sposta in addOns.common.logoUrl.
gmail.name Sposta in addOns.common.name.
gmail.openLinkUrlPrefixes[] Sposta l'elenco in addOns.common.openLinkUrlPrefixes[].
gmail.primaryColor Sposta in addOns.common.layoutProperties.primaryColor.
gmail.secondaryColor Sposta in addOns.common.layoutProperties.secondaryColor.
gmail.universalActions[] Sposta l'elenco in addOns.common.universalActions[].
gmail.universalActions[].text Sposta ogni campo gmail.universalActions[].text in un campo addOns.common.universalActions[].label corrispondente.
gmail.useLocalFromApp Sposta in addOns.common.useLocaleFromApp.

Componenti aggiuntivi di Calendar per le conferenze

Campo del file manifest originale Azione richiesta
calendar.createSettingsUrlFunction Sposta in addOns.calendar.createSettingsUrlFunction.
calendar.conferenceSolution[] Sposta in addOns.calendar.conferenceSolution[].
calendar.logoUrl Sposta in addOns.common.logoUrl.
calendar.name Sposta in addOns.common.name.

Passaggio 4: testa il componente aggiuntivo di cui è stato eseguito l'upgrade

Per testare il componente aggiuntivo di cui hai eseguito l'upgrade prima della pubblicazione, consulta la sezione Test Google Workspace dei componenti aggiuntivi.

Passaggio 5: richiedi una revisione del componente aggiuntivo di cui è stato eseguito l'upgrade

Tutti i Google Workspace componente aggiuntivo, che si tratti di un componente aggiuntivo di cui è stato eseguito l'upgrade o uno creato da zero, devono essere approvati prima di poter essere elencati nel Google Workspace Marketplace.

Per inviare il componente aggiuntivo da far esaminare:

  1. Assicurati che il tuo componente aggiuntivo soddisfi tutti i requisiti di pubblicazione dei componenti aggiuntivi.

  2. Crea un deployment con versione del Google Workspace componente aggiuntivo (nel nuovo progetto Apps Script) utilizzando la versione del codice che vuoi pubblicare. Non tentare di pubblicare utilizzando un deployment head.

  3. Se hai aggiunto nuovi ambiti durante l'upgrade del componente aggiuntivo, devi richiedere la verifica OAuth. Ad esempio, se il componente aggiuntivo di Gmail utilizza nuovi ambiti di Drive o Calendar nella versione diGoogle Workspace componenti aggiuntivi, devi inviare i nuovi ambiti per la verifica. La verifica spesso richiede alcuni giorni, pertanto avvia la procedura il prima possibile. Prima di procedere al passaggio 6, assicurati che il componente aggiuntivo sia stato verificato.

Passaggio 6: rendi disponibile il componente aggiuntivo di cui è stato eseguito l'upgrade

  1. Apri l' Google Workspace SDK Marketplace.

  2. A sinistra, fai clic su Configurazione. Questo riquadro contiene un modulo in cui fornisci informazioni sul componente aggiuntivo.

  3. Aggiorna la descrizione breve, la descrizione dettagliata e gli screenshot della scheda per riflettere la nuova funzionalità del Google Workspace componente aggiuntivo.

  4. In Estensioni, fai clic sul pulsante Esegui l'upgrade aGoogle Workspace componente aggiuntivo. Nella casella di testo visualizzata, inserisci il nuovo ID deployment che hai creato per il Google Workspace componente aggiuntivo nel passaggio precedente. Se l'ID deployment è valido, viene visualizzato un elenco di host supportati.

  5. Se hai aggiunto nuovi ambiti al Google Workspace componente aggiuntivo, assicurati di aggiungerli alla sezione Ambiti OAuth 2.0 nella pagina Configurazione. Gli ambiti elencati in questa sezione devono corrispondere esattamente agli ambiti elencati nel file manifest del componente aggiuntivo.

  6. Verifica che le informazioni inserite nel modulo siano corrette. Poi, fai clic su Salva modifiche.

Se hai domande o riscontri un problema durante questa Google Workspace procedura di upgrade dei componenti aggiuntivi, contattaci.

Domande frequenti

Di seguito sono riportate le domande frequenti relative agli upgrade dei componenti aggiuntivi:

Posso eseguire l'upgrade del mio componente aggiuntivo Editor?

È possibile spostare la maggior parte dei componenti aggiuntivi di Editor in Google Workspace Componenti aggiuntivi. Tuttavia, non è possibile eseguirne l'upgrade a Google Workspace Componenti aggiuntivi facilmente come componenti aggiuntivi per Gmail e Calendar.

Se vuoi eseguire la migrazione del tuo componente aggiuntivo Editor a un Google Workspace componente aggiuntivo, devi riscrivere l'UI del componente aggiuntivo da HTML a un'interfaccia basata su schede e aggiornare la relativa gestione JavaScript in Servizio schede.

Alcuni servizi del tuo componente aggiuntivo Editor esistente potrebbero non essere disponibili nel Servizio carte. Ad esempio, se il componente aggiuntivo Editor include un selettore file, non è disponibile un equivalente del servizio di carte per i componenti aggiuntivi Google Workspace .

Posso creare un componente aggiuntivo Google Workspace separa e mantenere i miei componenti aggiuntivi esistenti?

Puoi creare altri componenti aggiuntivi Google Workspace con nomi di brand diversi, ma non puoi consentire componenti aggiuntivi per le conferenze di Gmail o Calendar con lo stesso nome del brand Google Workspace . Se hai domande o vuoi richiedere un'eccezione, contattaci.

I miei utenti dovranno autorizzare nuovamente il componente aggiuntivo dopo l'upgrade?

Se il tuo Google Workspace componente aggiuntivo utilizza lo stesso progetto Cloud Platform (GCP) sottostante, con un ID client OAuth associato, i tuoi utenti non devono autorizzare nuovamente le autorizzazioni che hanno precedentemente autorizzato per il tuo componente aggiuntivo originale. Tuttavia, se aggiungi nuovi ambiti durante il processo di upgrade, gli utenti dovranno autorizzare i nuovi ambiti la prima volta che utilizzano la versione Google Workspacedel componente aggiuntivo.

Posso eseguire l'upgrade della mia estensione di Chrome a un Google Workspace componente aggiuntivo e trasferire gli utenti?

No, non puoi trasferire gli utenti, le installazioni e le recensioni delle schede di un'estensione di Chrome. Devi creare un nuovo Google Workspace componente aggiuntivo e indirizzare gli utenti della tua estensione di Chrome a Google Workspace Marketplace.

Posso raggruppare più componenti aggiuntivi con il mio Google Workspace componente aggiuntivo?

Consulta la sezione Elencare le integrazioni di app.