Introduzione al markup dei dati strutturati nella Ricerca Google

La Ricerca Google si impegna a fondo per comprendere i contenuti di una pagina. Puoi aiutarci fornendo a Google indizi espliciti sul significato di una pagina tramite l'inclusione di dati strutturati. I dati strutturati sono un formato standardizzato per fornire informazioni su una pagina e classificarne il contenuto; ad esempio, nella pagina di una ricetta sono gli ingredienti, il tempo di cottura e la temperatura, le calorie e così via.

Perché aggiungere dati strutturati a una pagina?

L'aggiunta di dati strutturati può attivare risultati di ricerca più coinvolgenti per gli utenti, che potrebbero essere così incoraggiati a interagire maggiormente con il tuo sito web, chiamati risultati avanzati. Di seguito sono riportati alcuni case study di siti web che hanno implementato i dati strutturati per il proprio sito:

  • Rotten Tomatoes ha aggiunto i dati strutturati a 100.000 pagine uniche e ha registrato una percentuale di clic del 25% superiore nelle pagine con dati strutturati, rispetto alle pagine senza dati strutturati.
  • Food Network ha convertito l'80% delle sue pagine per attivare le funzionalità dei risultati di ricerca e ha registrato un aumento del 35% delle visite.
  • Rakuten ha rilevato che gli utenti trascorrono 1,5 volte più tempo sulle pagine in cui sono stati implementati i dati strutturati rispetto alle pagine senza dati strutturati e una percentuale di interazione 3,6 volte maggiore sulle pagine AMP con funzionalità dei risultati di ricerca rispetto alle pagine AMP senza funzionalità.
  • Nestlé ha rilevato che le pagine mostrate come risultati avanzati nella Ricerca hanno una percentuale di clic più elevata dell'82% rispetto alle pagine non mostrate come risultati avanzati.

Google utilizza i dati strutturati che trova sul web per comprendere il contenuto della pagina, nonché per raccogliere informazioni sul web e sul mondo in generale, ad esempio informazioni su persone, libri o aziende incluse nel markup. Ad esempio, qui mostriamo uno snippet di dati strutturati JSON-LD che potrebbe essere visualizzato nella pagina di una ricetta e che descrive il titolo della ricetta, l'autore e altri dettagli:

<html>
  <head>
    <title>Party Coffee Cake</title>
    <script type="application/ld+json">
    {
      "@context": "https://schema.org/",
      "@type": "Recipe",
      "name": "Party Coffee Cake",
      "author": {
        "@type": "Person",
        "name": "Mary Stone"
      },
      "datePublished": "2018-03-10",
      "description": "This coffee cake is awesome and perfect for parties.",
      "prepTime": "PT20M"
    }
    </script>
  </head>
  <body>
    <h2>Party coffee cake recipe</h2>
    <p>
      <i>by Mary Stone, 2018-03-10</i>
    </p>
    <p>
      This coffee cake is awesome and perfect for parties.
    </p>
    <p>
      Preparation time: 20 minutes
    </p>
  </body>
</html>

La Ricerca Google utilizza inoltre i dati strutturati per abilitare funzionalità e miglioramenti speciali dei risultati di ricerca. Ad esempio, la pagina di una ricetta con dati strutturati validi può essere visualizzata in un risultato di ricerca grafico, come mostrato qui:

Aspetto nella Ricerca

Risultato avanzato di ricette di torta di mele

Dati strutturati

<html>
  <head>
    <title>Apple Pie by Grandma</title>
    <script type="application/ld+json">
    {
      "@context": "https://schema.org/",
      "@type": "Recipe",
      "name": "Apple Pie by Grandma",
      "author": "Elaine Smith",
      "image": "https://images.edge-generalmills.com/56459281-6fe6-4d9d-984f-385c9488d824.jpg",
      "description": "A classic apple pie.",
      "aggregateRating": {
        "@type": "AggregateRating",
        "ratingValue": "4.8",
        "reviewCount": "7462",
        "bestRating": "5",
        "worstRating": "1"
      },
      "prepTime": "PT30M",
      "totalTime": "PT1H30M",
      "recipeYield": "8",
      "nutrition": {
        "@type": "NutritionInformation",
        "calories": "512 calories"
      },
      "recipeIngredient": [
        "1 box refrigerated pie crusts, softened as directed on box",
        "6 cups thinly sliced, peeled apples (6 medium)"
      ]
    }
    </script>
  </head>
  <body>
  </body>
</html>

Poiché i dati strutturati etichettano ogni singolo elemento della ricetta, gli utenti possono cercare la tua ricetta per ingrediente, numero di calorie, tempo di cottura e così via.

I dati strutturati sono codificati tramite il markup in-page sulla pagina a cui si applicano le informazioni. I dati strutturati sulla pagina ne descrivono i contenuti. Non creare pagine vuote solo per includere dati strutturati e non aggiungere dati strutturati su informazioni che non sono visibili all'utente, anche se accurate. Per ulteriori istruzioni tecniche e norme sulla qualità, consulta le linee guida generali sui dati strutturati.

Il Test dei risultati avanzati è uno strumento semplice e utile per convalidare i dati strutturati e, in alcuni casi, visualizzare in anteprima una funzionalità nella Ricerca Google. Provalo:

Formato dei dati strutturati

Questa documentazione descrive quali proprietà sono obbligatorie, consigliate o facoltative per i dati strutturati con un significato speciale per la Ricerca Google. La maggior parte dei dati strutturati della Ricerca utilizza il vocabolario di schema.org, ma il riferimento definitivo per il comportamento della Ricerca Google è la documentazione di Google Search Central, piuttosto che la documentazione di schema.org. Schema.org include numerosi attributi e oggetti che non sono obbligatori per la Ricerca Google, anche se potrebbero essere utili per altri motori di ricerca, servizi, strumenti e piattaforme.

Assicurati di verificare tuoi dati strutturati con il Test dei risultati avanzati durante lo sviluppo e i report sullo stato dei risultati avanzati dopo il deployment per monitorare la validità delle tue pagine, che potrebbero smettere di funzionare dopo il deployment a causa di problemi relativi ai modelli o alla pubblicazione.

Devi includere tutte le proprietà obbligatorie affinché un oggetto sia idoneo alla visualizzazione nella Ricerca Google con visualizzazione avanzata. In generale, la definizione di più funzionalità consigliate può rendere più probabile l'inclusione delle informazioni nei risultati di ricerca con visualizzazione avanzata. Tuttavia, è più importante fornire meno proprietà consigliate, ma complete e accurate, che molte ma con dati incompleti, errati o imprecisi.

Oltre alle proprietà e agli oggetti qui documentati, Google può fare un uso generale della proprietà sameAs e di altri dati strutturati di schema.org. Alcuni di questi elementi possono essere utilizzati per abilitare funzionalità della Ricerca future, se ritenute utili.

La Ricerca Google supporta i dati strutturati nei seguenti formati, se non diversamente specificato:

Formati
JSON-LD* (consigliato) Una notazione JavaScript incorporata in un tag <script> negli elementi <head> e <body> di una pagina HTML. Il markup non è interlacciato con il testo visibile all'utente, il che rende più facile esprimere elementi di dati nidificati come l'elemento Country di PostalAddress di MusicVenue di Event. Inoltre, Google può leggere i dati JSON-LD quando vengono inseriti dinamicamente nei contenuti della pagina, ad esempio tramite codice JavaScript o widget incorporati nel sistema di gestione dei contenuti.
Microdati Una specifica HTML open-community utilizzata per nidificare i dati strutturati all'interno del contenuto HTML. Come RDFa, utilizza gli attributi dei tag HTML per denominare le proprietà che vuoi esporre come dati strutturati. Viene generalmente utilizzata nell'elemento <body>, ma può essere usata nell'elemento <head>.
RDFa Estensione HTML5 che supporta i dati collegati introducendo attributi di tag HTML che corrispondono al contenuto visibile all'utente che vuoi descrivere per i motori di ricerca. RDFa è comunemente usata sia nella sezione <head> che <body> della pagina HTML.

Linee guida sui dati strutturati

Segui le linee guida generali sui dati strutturati e le linee guida specifiche per il tuo tipo di dati strutturati; in caso contrario potrebbero non essere idonei per la visualizzazione dei risultati avanzati nella Ricerca Google.

Guida introduttiva ai dati strutturati

Se non li hai mai utilizzati, consulta la guida ai dati strutturati di schema.org per nuovi utenti. Anche se la guida si concentra sui microdati, le nozioni di base sono pertinenti anche per JSON-LD e RDFa. Per una guida passo passo su come aggiungere dati strutturati a una pagina web, consulta il codelab sui dati strutturati.

Una volta che avrai acquisito familiarità con le nozioni di base relative ai dati strutturati, esplora l'elenco delle funzionalità dei dati strutturati nella Ricerca Google e scegline una da implementare. Ogni guida spiega nel dettaglio come implementare i dati strutturati in modo che il tuo sito sia idoneo alla visualizzazione di un risultato avanzato nella Ricerca Google.

Scegli una funzionalità

Misurare l'effetto dei dati strutturati

Probabilmente vorrai confrontare il rendimento delle pagine con dati strutturati rispetto a quello delle pagine che ne sono prive, per valutarne l'utilità. Il modo migliore per farlo è eseguire un test prima e dopo su alcune pagine del sito. La valutazione può essere un po' complessa, dal momento che le visualizzazioni di una singola pagina possono variare per diversi motivi.

  1. Considera alcune pagine del sito che non utilizzano i dati strutturati e raccogli i dati per diversi mesi in Search Console. Accertati di scegliere pagine che non vengono influenzate dal momento dell'anno o dal fatto che i contenuti siamo o meno aggiornati. Per ottenere dati significativi, utilizza pagine che non cambiano molto ma che rimangono abbastanza popolari da essere lette spesso.
  2. Aggiungi dati strutturati o altre funzionalità alle pagine. Verifica che il markup sia valido e che Google abbia trovato i dati strutturati utilizzando lo strumento Controllo URL nella pagina.
  3. Registra il rendimento per alcuni mesi nel report sul rendimento e filtra per URL per confrontare il rendimento della pagina.