Panoramica

Crea app di Google Chat che introducono i tuoi servizi e le tue risorse direttamente in Google Chat, consentendo agli utenti di ottenere informazioni e intervenire senza abbandonare la conversazione.

Google Chat supporta la collaborazione in team fornendo quanto segue:

  • Messaggi diretti tra utenti.
  • Conversazioni in thread all'interno degli spazi.
  • Spazi di Chat che ti consentono di dedicare spazio di discussione a livello di singolo progetto, team o altro.
  • App di chat che possono partecipare agli spazi o rispondere a messaggi diretti.

Messaggi e spazi

Le interazioni tra Google Chat e le app di Chat avvengono tramite messaggi nel contesto di spazi specifici. Ad esempio, un'app di Chat può inviare un messaggio (un tipo di messaggio) a uno spazio di Chat specifico.

I messaggi includono interazioni, messaggi o schede con l'app di Chat, mentre gli spazi includono stanze virtuali e messaggi diretti.

Il diagramma precedente mostra i diversi tipi di interazioni e contesti disponibili per i messaggi e gli spazi:

  • I messaggi tra Google Chat e un'app di Chat seguono un formato di messaggio definito, in cui ogni messaggio è costituito da un oggetto JSON i cui componenti specificano l'ID utente, lo stile, i contenuti e altri aspetti del messaggio. Le app di chat possono inviare i seguenti tipi di messaggi:

    • I messaggi di testo includono contenuti di testo normale con una formattazione del testo limitata.
    • I messaggi delle schede definiscono il formato, i contenuti e il comportamento delle schede da visualizzare in uno spazio. Ad esempio, un messaggio della scheda può includere un pulsante con un link che apre una finestra di dialogo per raccogliere informazioni da un utente.


      Progetta e visualizza l'anteprima delle schede con Card Builder.

      Apri Card Builder

  • In Google Chat, gli spazi possono avere i seguenti contesti:

    • Uno spazio con nome o di gruppo è visibile a più utenti.
    • Un messaggio diretto è visibile solo all'utente in quello spazio.

casi d'uso

L'aggiunta di app di Chat a una piattaforma di conversazione come Chat consente alle persone di porre domande e inviare comandi, senza modificare il contesto. Sul backend di un'app di Chat può accedere ad altri sistemi come intermediario.

Questa capacità di fornire accesso a una vasta gamma di risorse e strumenti, mantenendo al contempo un'esperienza cognitiva unificata, può fornire un framework per molti tipi di applicazioni, tra cui:

  • Gestione dei flussi di lavoro
  • Impostazione e configurazione
  • Generazione degli ordini
  • Cerca
  • Raccolta dei dati

Ecco alcuni esempi di cose che potresti chiedere a un'app di Chat di fare dall'interno dello spazio di Chat:

  • Cercare informazioni: un'app di chat può recuperare informazioni basate su query di testo strutturate o senza costi inserite dall'utente.
  • Ticket di file: un'app di chat può generare report sugli incidenti o altri artefatti, utilizzando le informazioni fornite dall'utente.
  • Coordinare gli sforzi: un'app di chat può migliorare il modo in cui i membri del team interagiscono tra loro, ad esempio fornendo "memoria del team" o risorse di pianificazione.

Creare app di chat

Questa sezione illustra alcuni tipi di app di chat che puoi creare.

Per ogni app di Chat che crei, devi creare un progetto Google Cloud separato nella console Google Cloud. Per eseguire il deployment dell'app Chat e condividerla con altri utenti di Google Chat, puoi pubblicarli e inserirli in Google Workspace Marketplace. Per maggiori dettagli, consulta Creare e gestire i deployment per l'app Chat.

App di chat interattive

Molte app di Chat consentono agli utenti di scambiare messaggi e interagire direttamente con l'app Chat. Le app interattive di Chat possono eseguire le seguenti operazioni:

  • Rispondi a @menzioni, a comandi slash o a messaggi diretti con un SMS o un messaggio di congratulazioni.
  • Apri una finestra di dialogo per aiutare gli utenti a completare procedure in più passaggi, come la compilazione dei dati dei moduli.
  • Visualizza l'anteprima dei link allegando schede con informazioni utili che consentono agli utenti di agire direttamente dalla conversazione.

Per interagire con gli utenti, l'app di chat deve essere in grado di ricevere e rispondere agli eventi di interazione. Per creare un'app di Chat interattiva, vedi Ricevere e rispondere agli eventi di interazione dell'app Google Chat.

App di chat non interattive

Le app Google Chat possono inoltre non essere interattive per gli utenti, laddove gli utenti non possono interagire direttamente con l'app Chat, ma quest'ultima chiama direttamente l'API Google Chat. Ad esempio, puoi creare un'app di Chat che invia un messaggio in uno spazio, ma gli utenti non possono rispondere all'app. Questo tipo di architettura dell'app Chat è utile per, ad esempio, generare i report sulle sveglie. Per ulteriori informazioni, consulta la panoramica dell'API Google Chat.

App di chat basate su eventi

Un'app di Chat può iscriversi a eventi relativi alle risorse di Chat utilizzando l'API Eventi di Google Workspace. Un abbonamento consente all'app di Chat di ricevere informazioni sugli eventi, che rappresentano le modifiche a una risorsa Google Workspace in abbonamento. Ad esempio, un'app di Chat può rispondere alle modifiche apportate a uno spazio a cui è iscritta, come l'invio di un messaggio di benvenuto ai nuovi membri aggiunti allo spazio. Per maggiori informazioni, consulta Iscriversi agli eventi di Google Chat.

Scegliere un'architettura dell'app di Chat

L'API Chat offre diversi modi per integrare le tue app negli spazi di Chat, ma non fornisce né detta alcun modo specifico per implementare la logica dell'app Chat. Puoi creare un'app di Chat basata su comandi o utilizzare qualsiasi tipo di elaborazione del linguaggio e servizi o moduli di IA che preferisci e puoi farlo su una serie di piattaforme, tra cui:

  • AppSheet
  • Google Apps Script
  • Pub/Sub
  • Google Cloud o un server HTTP on-premise

Per maggiori informazioni, consulta Scegliere un'architettura delle app di chat.

Accesso delle app ai dati utente

Quando un'app di chat viene richiamata, deve sapere chi la sta richiamando, in quale contesto e come affrontare l'invocato. Per accedere ai dati oltre a questi dati di identità di base, l'app Chat deve ottenere l'accesso tramite autenticazione.

  • Per impostazione predefinita, le app di chat possono leggere solo l'identità di base degli utenti che li richiamano o degli utenti @menzionati nello stesso messaggio che richiama l'app. Queste informazioni includono il nome visualizzato, l'ID utente, l'indirizzo email e l'immagine dell'avatar dell'utente.
  • Per le app di Chat che visualizzano l'anteprima dei link, l'app di Chat può leggere gli URL aggiunti al messaggio che corrispondono ai pattern URL configurati dell'app di Chat.

  • Se un'app di Chat deve accedere ad altri dati per fornire funzionalità avanzate agli utenti, come la lettura di tutti i messaggi o l'elenco dei membri in uno spazio, configura l'autenticazione in modo che possa accedere a questi dati. Se accede ai dati utente, l'app Chat chiede all'utente di richiedere l'accesso e l'utente deve concederlo. Per scoprire di più, vedi Collegare un'app di Chat ad altri servizi e strumenti.

Vuoi vedere l'API Google Chat in azione?
Il canale per sviluppatori di Google Workspace offre video su suggerimenti utili e sulle funzionalità più recenti.