Configurare il progetto Google Cloud

Seleziona la piattaforma: Android iOS JavaScript Servizio web

Questa guida mostra come configurare il tuo progetto Google Cloud prima di utilizzare le API Google Maps Platform. Anche se hai completato alcuni di questi passaggi della pagina Guida introduttiva a Google Maps Platform, questo argomento fornisce istruzioni aggiuntive utili per la gestione dei tuoi progetti.

Creare un progetto

Per utilizzare Google Maps Platform, devi avere un progetto per gestire servizi, credenziali, fatturazione, API e SDK.

La configurazione di fatturazione è obbligatoria per ogni progetto, ma ti verranno addebitati costi solo se un progetto supera la propria quota di servizi senza costi.

Per creare un progetto Cloud con fatturazione abilitata:

Console

  1. Crea un nuovo progetto Google Cloud nella console Cloud:

    Crea un nuovo progetto
  2. Nella pagina Nuovo progetto, inserisci le informazioni richieste:

    • Nome progetto: accetta il valore predefinito o inserisci un nome personalizzato.

      Puoi modificare il nome del progetto in qualsiasi momento. Per maggiori informazioni, consulta Identificazione dei progetti.

    • ID progetto: accetta l'impostazione predefinita o fai clic su MODIFICA per inserire un ID personalizzato che le API di Google utilizzano come identificatore univoco per il tuo progetto.

      Dopo aver creato il progetto, non puoi modificare l'ID del progetto, quindi scegli un ID che utilizzerai per tutta la durata del progetto. Non includere informazioni sensibili nell'ID progetto.

    • Account di fatturazione:seleziona un account di fatturazione per il progetto. Se non hai configurato un account di fatturazione o hai un solo account di fatturazione, questa opzione non verrà visualizzata.

      Per associare un progetto a un account di fatturazione, devi essere un amministratore dell'account di fatturazione o un gestore della fatturazione progetto. Per maggiori informazioni, consulta la documentazione sul controllo dell'accesso alla fatturazione.

    • Posizione: se hai un'organizzazione a cui vuoi collegare il tuo progetto, fai clic su Sfoglia e selezionala; altrimenti scegli "Nessuna organizzazione".

      Per ulteriori informazioni, vedi Creazione e gestione delle cartelle e Relazioni tra organizzazioni, progetti e account di fatturazione.

  3. Seleziona Crea.

gcloud

gcloud projects create "PROJECT"

Scopri di più su Google Cloud SDK, sull'installazione di Cloud SDK e sui seguenti comandi:

Abilita fatturazione

Per eseguire il deployment delle app, devi abilitare la fatturazione. Al tuo account non verrà addebitato alcun costo se rimani entro la quota mensile. Se la tua applicazione richiede risorse che superano la quota mensile, ti verrà addebitato l'utilizzo aggiuntivo.

Se hai un account di fatturazione quando crei un progetto Cloud, la fatturazione viene abilitata automaticamente per quel progetto.

Per abilitare la fatturazione in un progetto Cloud:

  1. In Cloud Console, vai alla pagina Fatturazione:
    Vai alla pagina Fatturazione
  2. Seleziona o crea un progetto Cloud.
  3. A seconda che esista un account di fatturazione o che il progetto Cloud selezionato sia associato a un account, la pagina Fatturazione mostra uno dei seguenti valori:
    • Se la fatturazione è già abilitata per il progetto Cloud selezionato, vengono elencati i dettagli dell'account di fatturazione.
    • Se non esiste un account di fatturazione, ti viene richiesto di creare un account di fatturazione e di associarlo al progetto Cloud selezionato.
    • Se esiste un account di fatturazione, ti viene richiesto di abilitare la fatturazione se il progetto Cloud selezionato non è già associato a un account di fatturazione. Puoi anche selezionare Annulla e poi Crea account per creare e associare un nuovo account di fatturazione.

Dopo aver abilitato la fatturazione, non esiste alcun limite all'importo che ti potrebbe essere addebitato. Per avere un maggiore controllo sui costi, puoi creare un budget e impostare avvisi. Per ulteriori informazioni, vedi Fatturazione.

Abilita API

Per utilizzare le funzionalità dell'SDK Places per Android (nuovo), devi attivare il servizio API Places (nuova). Per utilizzare le funzionalità esistenti dell'SDK Places per Android, abilita il servizio API Places. Per saperne di più, consulta Scegliere la versione dell'SDK.

SDK Places per Android (nuovo)

Console

Abilitare l'API Places (novità)

Cloud SDK

gcloud services enable \
    --project "PROJECT" \
    "places.googleapis.com"

Scopri di più su Google Cloud SDK, sull'installazione di Cloud SDK e sui seguenti comandi:

Places SDK for Android

Console

Abilitare l'API Places

Cloud SDK

gcloud services enable \
    --project "PROJECT" \
    "places-backend.googleapis.com"

Scopri di più su Google Cloud SDK, sull'installazione di Cloud SDK e sui seguenti comandi:

Visualizza le API abilitate

Console

Per visualizzare le API o gli SDK che hai abilitato, vai alla pagina di Google Maps Platform nella console Cloud:

Vai alla pagina di Google Maps Platform
  • API aggiuntive: queste API o questi SDK non sono abilitati.
  • Se vedi le schede per ogni API e servizio Maps, significa che non sono stati abilitati API o SDK.

gcloud

gcloud services list --project "PROJECT"

Scopri di più su Google Cloud SDK, sull'installazione di Cloud SDK e sui seguenti comandi:

Chiudere un progetto

Puoi disabilitare la fatturazione e rilasciare tutte le risorse Cloud utilizzate nel tuo progetto Cloud arrestando il progetto:

Console

  1. Vai alla pagina Progetti:

    Vai alla pagina Progetti
  2. Seleziona il progetto Cloud che vuoi chiudere, quindi fai clic su Elimina.

Per ulteriori informazioni sulla gestione dei progetti Cloud, consulta Cloud Resource Manager: creazione, arresto e ripristino di progetti.

gcloud

gcloud projects delete "PROJECT"

Scopri di più su Google Cloud SDK, sull'installazione di Cloud SDK e sui seguenti comandi:

Passaggi successivi

Dopo aver configurato il progetto Google Cloud, devi creare e proteggere la tua chiave API per utilizzare l'SDK Places esistente per Android o l'SDK Places per Android (novità):

Utilizzare chiavi API