Eventi

Seleziona la piattaforma: Android iOS JavaScript

Questa pagina descrive gli eventi dell'interfaccia utente e quelli di errore che puoi ascoltare e gestire in modo programmatico.

Eventi dell'interfaccia utente

JavaScript all'interno del browser è basato sugli eventi, il che significa che JavaScript risponde alle interazioni generando eventi e prevede che un programma ascolto eventi interessanti. Esistono due tipi di eventi:

  • Gli eventi utente (come gli eventi del mouse "clic") vengono propagati dal DOM all'API Maps JavaScript. Questi eventi sono separati e distinti dagli eventi DOM standard.
  • Le notifiche di modifica dello stato MVC riflettono le modifiche negli oggetti dell'API Maps JavaScript e sono denominate utilizzando una convenzione property_changed.

Ogni oggetto dell'API Maps JavaScript esporta una serie di eventi con nome. I programmi interessati a determinati eventi registrano i Listener di eventi JavaScript per questi eventi ed eseguono il codice quando questi eventi vengono ricevuti chiamando addListener() per registrare i gestori di eventi sull'oggetto.

Il seguente esempio mostra quali eventi vengono attivati da google.maps.Map quando interagisci con la mappa.

Per un elenco completo degli eventi, consulta la documentazione di riferimento sull'API JavaScript di Maps. Gli eventi vengono elencati in una sezione separata per ogni oggetto che contiene eventi.

Eventi UI

Alcuni oggetti all'interno dell'API Maps JavaScript sono progettati per rispondere a eventi utente come eventi del mouse o della tastiera. Ad esempio, questi sono alcuni degli eventi utente di cui un oggetto google.maps.Marker può rimanere in ascolto:

  • 'click'
  • 'dblclick'
  • 'mouseup'
  • 'mousedown'
  • 'mouseover'
  • 'mouseout'

Per l'elenco completo, consulta la classe Marker. Questi eventi possono sembrare eventi DOM standard, ma in realtà fanno parte dell'API Maps JavaScript. Poiché browser diversi implementano modelli di eventi DOM diversi, l'API Maps JavaScript fornisce questi meccanismi per ascoltare e rispondere agli eventi DOM senza dover gestire le varie peculiarità tra browser. In genere questi eventi passano anche argomenti all'interno dell'evento, prendendo in considerazione alcuni stati dell'interfaccia utente (ad esempio la posizione del mouse).

Modifiche dello stato MVC

In genere, gli oggetti MVC contengono uno stato. Ogni volta che la proprietà di un oggetto cambia, l'API Maps JavaScript attiva un evento che la proprietà è stata modificata. Ad esempio, l'API attiverà un evento zoom_changed su una mappa quando cambia il livello di zoom della mappa. Puoi intercettare queste variazioni di stato chiamando addListener() per registrare anche i gestori di eventi nell'oggetto.

Gli eventi utente e le modifiche dello stato MVC possono sembrare simili, ma in genere vuoi trattarli in modo diverso nel codice. Gli eventi MVC, ad esempio, non trasmettono argomenti al loro interno. Ti consigliamo di esaminare la proprietà modificata in una modifica di stato MVC chiamando il metodo getProperty appropriato sull'oggetto in questione.

Gestione degli eventi

Per registrarti per le notifiche di eventi, utilizza il gestore di eventi addListener(). Questo metodo richiede un evento da rimanere in ascolto e una funzione da chiamare quando si verifica l'evento specificato.

Esempio: eventi mappa e indicatori

Il codice seguente mescola gli eventi utente con gli eventi di modifica dello stato. Alleghiamo un gestore di eventi a un indicatore che esegue lo zoom sulla mappa quando viene fatto clic. Aggiungiamo anche un gestore di eventi alla mappa per le modifiche alla proprietà center e portiamo nuovamente la mappa sull'indicatore dopo 3 secondi dalla ricezione dell'evento center_changed:

TypeScript

function initMap(): void {
  const myLatlng = { lat: -25.363, lng: 131.044 };

  const map = new google.maps.Map(
    document.getElementById("map") as HTMLElement,
    {
      zoom: 4,
      center: myLatlng,
    }
  );

  const marker = new google.maps.Marker({
    position: myLatlng,
    map,
    title: "Click to zoom",
  });

  map.addListener("center_changed", () => {
    // 3 seconds after the center of the map has changed, pan back to the
    // marker.
    window.setTimeout(() => {
      map.panTo(marker.getPosition() as google.maps.LatLng);
    }, 3000);
  });

  marker.addListener("click", () => {
    map.setZoom(8);
    map.setCenter(marker.getPosition() as google.maps.LatLng);
  });
}

declare global {
  interface Window {
    initMap: () => void;
  }
}
window.initMap = initMap;

JavaScript

function initMap() {
  const myLatlng = { lat: -25.363, lng: 131.044 };
  const map = new google.maps.Map(document.getElementById("map"), {
    zoom: 4,
    center: myLatlng,
  });
  const marker = new google.maps.Marker({
    position: myLatlng,
    map,
    title: "Click to zoom",
  });

  map.addListener("center_changed", () => {
    // 3 seconds after the center of the map has changed, pan back to the
    // marker.
    window.setTimeout(() => {
      map.panTo(marker.getPosition());
    }, 3000);
  });
  marker.addListener("click", () => {
    map.setZoom(8);
    map.setCenter(marker.getPosition());
  });
}

window.initMap = initMap;
Visualizza esempio

Prova Samples

Suggerimento: se stai cercando di rilevare una modifica nell'area visibile, assicurati di utilizzare l'evento bounds_changed specifico anziché gli eventi zoom_changed e center_changed. Poiché l'API Maps JavaScript attiva questi ultimi eventi in modo indipendente, getBounds() potrebbe non segnalare risultati utili prima di una modifica autorevole dell'area visibile. Se vuoi getBounds() dopo un evento di questo tipo, assicurati di ascoltare invece l'evento bounds_changed.

Esempio: eventi di modifica e trascinamento delle forme

Quando una forma viene modificata o trascinata, viene attivato un evento al completamento dell'azione. Per un elenco degli eventi e alcuni snippet di codice, consulta Forme.

Visualizza esempio (rectangle-event.html)

Accesso agli argomenti negli eventi UI

In genere, gli eventi UI all'interno dell'API Maps JavaScript passano un argomento evento, a cui il listener di eventi può accedere, indicando lo stato dell'interfaccia utente nel momento in cui si è verificato l'evento. Ad esempio, un evento 'click' dell'interfaccia utente in genere trasmette un elemento MouseEvent contenente una proprietà latLng che indica la località su cui è stato fatto clic sulla mappa. Tieni presente che questo comportamento è univoco per gli eventi UI; le modifiche dello stato MVC non trasmettono argomenti nei loro eventi.

Puoi accedere agli argomenti dell'evento all'interno di un listener di eventi proprio come faresti per accedere alle proprietà di un oggetto. L'esempio seguente aggiunge un listener di eventi per la mappa e crea un indicatore quando l'utente fa clic sulla mappa nella posizione selezionata.

TypeScript

function initMap(): void {
  const map = new google.maps.Map(
    document.getElementById("map") as HTMLElement,
    {
      zoom: 4,
      center: { lat: -25.363882, lng: 131.044922 },
    }
  );

  map.addListener("click", (e) => {
    placeMarkerAndPanTo(e.latLng, map);
  });
}

function placeMarkerAndPanTo(latLng: google.maps.LatLng, map: google.maps.Map) {
  new google.maps.Marker({
    position: latLng,
    map: map,
  });
  map.panTo(latLng);
}

declare global {
  interface Window {
    initMap: () => void;
  }
}
window.initMap = initMap;

JavaScript

function initMap() {
  const map = new google.maps.Map(document.getElementById("map"), {
    zoom: 4,
    center: { lat: -25.363882, lng: 131.044922 },
  });

  map.addListener("click", (e) => {
    placeMarkerAndPanTo(e.latLng, map);
  });
}

function placeMarkerAndPanTo(latLng, map) {
  new google.maps.Marker({
    position: latLng,
    map: map,
  });
  map.panTo(latLng);
}

window.initMap = initMap;
Visualizza esempio

Prova Samples

Utilizzo delle chiusure nei listener di eventi

Durante l'esecuzione di un listener di eventi, spesso è vantaggioso collegare dati privati e permanenti a un oggetto. JavaScript non supporta i dati delle istanze "private", ma supporta le chiusure che consentono alle funzioni interne di accedere alle variabili esterne. Le chiusure sono utili all'interno dei listener di eventi per accedere a variabili che non sono normalmente collegate agli oggetti su cui si verificano gli eventi.

L'esempio seguente utilizza una chiusura di funzione nel listener di eventi per assegnare un messaggio secret a un set di indicatori. Se fai clic su ciascun indicatore, verrà mostrata una parte del messaggio del secret, che non è contenuta all'interno dell'indicatore stesso.

TypeScript

function initMap(): void {
  const map = new google.maps.Map(
    document.getElementById("map") as HTMLElement,
    {
      zoom: 4,
      center: { lat: -25.363882, lng: 131.044922 },
    }
  );

  const bounds: google.maps.LatLngBoundsLiteral = {
    north: -25.363882,
    south: -31.203405,
    east: 131.044922,
    west: 125.244141,
  };

  // Display the area between the location southWest and northEast.
  map.fitBounds(bounds);

  // Add 5 markers to map at random locations.
  // For each of these markers, give them a title with their index, and when
  // they are clicked they should open an infowindow with text from a secret
  // message.
  const secretMessages = ["This", "is", "the", "secret", "message"];
  const lngSpan = bounds.east - bounds.west;
  const latSpan = bounds.north - bounds.south;

  for (let i = 0; i < secretMessages.length; ++i) {
    const marker = new google.maps.Marker({
      position: {
        lat: bounds.south + latSpan * Math.random(),
        lng: bounds.west + lngSpan * Math.random(),
      },
      map: map,
    });

    attachSecretMessage(marker, secretMessages[i]);
  }
}

// Attaches an info window to a marker with the provided message. When the
// marker is clicked, the info window will open with the secret message.
function attachSecretMessage(
  marker: google.maps.Marker,
  secretMessage: string
) {
  const infowindow = new google.maps.InfoWindow({
    content: secretMessage,
  });

  marker.addListener("click", () => {
    infowindow.open(marker.get("map"), marker);
  });
}

declare global {
  interface Window {
    initMap: () => void;
  }
}
window.initMap = initMap;

JavaScript

function initMap() {
  const map = new google.maps.Map(document.getElementById("map"), {
    zoom: 4,
    center: { lat: -25.363882, lng: 131.044922 },
  });
  const bounds = {
    north: -25.363882,
    south: -31.203405,
    east: 131.044922,
    west: 125.244141,
  };

  // Display the area between the location southWest and northEast.
  map.fitBounds(bounds);

  // Add 5 markers to map at random locations.
  // For each of these markers, give them a title with their index, and when
  // they are clicked they should open an infowindow with text from a secret
  // message.
  const secretMessages = ["This", "is", "the", "secret", "message"];
  const lngSpan = bounds.east - bounds.west;
  const latSpan = bounds.north - bounds.south;

  for (let i = 0; i < secretMessages.length; ++i) {
    const marker = new google.maps.Marker({
      position: {
        lat: bounds.south + latSpan * Math.random(),
        lng: bounds.west + lngSpan * Math.random(),
      },
      map: map,
    });

    attachSecretMessage(marker, secretMessages[i]);
  }
}

// Attaches an info window to a marker with the provided message. When the
// marker is clicked, the info window will open with the secret message.
function attachSecretMessage(marker, secretMessage) {
  const infowindow = new google.maps.InfoWindow({
    content: secretMessage,
  });

  marker.addListener("click", () => {
    infowindow.open(marker.get("map"), marker);
  });
}

window.initMap = initMap;
Visualizza esempio

Prova Samples

Recupero e impostazione delle proprietà nei gestori di eventi

Nessuno degli eventi di modifica dello stato MVC nel sistema di eventi dell'API Maps JavaScript passa gli argomenti quando l'evento viene attivato. Gli eventi utente passano gli argomenti che possono essere ispezionati. Se devi ispezionare una proprietà in una modifica di stato MVC, devi chiamare esplicitamente il metodo getProperty() appropriato su quell'oggetto. Questa ispezione recupererà sempre lo stato attuale dell'oggetto MVC, che potrebbe non corrispondere a quello in cui l'evento è stato attivato per la prima volta.

Nota: l'impostazione esplicita di una proprietà all'interno di un gestore di eventi che risponde a un cambiamento di stato di quella particolare proprietà può produrre comportamenti imprevedibili e/o indesiderati. L'impostazione di una proprietà di questo tipo attiva, ad esempio, un nuovo evento e, se imposti sempre una proprietà all'interno di questo gestore di eventi, potresti finire per creare un loop infinito.

Nell'esempio seguente, impostiamo un gestore di eventi per rispondere agli eventi di zoom visualizzando una finestra informativa che mostra quel livello.

TypeScript

function initMap(): void {
  const originalMapCenter = new google.maps.LatLng(-25.363882, 131.044922);
  const map = new google.maps.Map(
    document.getElementById("map") as HTMLElement,
    {
      zoom: 4,
      center: originalMapCenter,
    }
  );

  const infowindow = new google.maps.InfoWindow({
    content: "Change the zoom level",
    position: originalMapCenter,
  });

  infowindow.open(map);

  map.addListener("zoom_changed", () => {
    infowindow.setContent("Zoom: " + map.getZoom()!);
  });
}

declare global {
  interface Window {
    initMap: () => void;
  }
}
window.initMap = initMap;

JavaScript

function initMap() {
  const originalMapCenter = new google.maps.LatLng(-25.363882, 131.044922);
  const map = new google.maps.Map(document.getElementById("map"), {
    zoom: 4,
    center: originalMapCenter,
  });
  const infowindow = new google.maps.InfoWindow({
    content: "Change the zoom level",
    position: originalMapCenter,
  });

  infowindow.open(map);
  map.addListener("zoom_changed", () => {
    infowindow.setContent("Zoom: " + map.getZoom());
  });
}

window.initMap = initMap;
Visualizza esempio

Prova Samples

Ascolto di eventi DOM

Il modello di eventi dell'API Maps JavaScript crea e gestisce i propri eventi personalizzati. Tuttavia, il DOM (Document Object Model) all'interno del browser crea e invia anche i propri eventi, in base al particolare modello di eventi del browser in uso. Se vuoi acquisire e rispondere a questi eventi, l'API Maps JavaScript fornisce il metodo statico addDomListener() per ascoltare gli eventi DOM e associarli.

Questo metodo di convenienza ha una firma, come mostrato di seguito:

addDomListener(instance:Object, eventName:string, handler:Function)

dove instance può essere qualsiasi elemento DOM supportato dal browser, tra cui:

  • Membri gerarchici del DOM, ad esempio window o document.body.myform
  • Elementi con nome, ad esempio document.getElementById("foo")

Tieni presente che addDomListener() passa l'evento indicato al browser, che lo gestisce in base al modello di eventi DOM del browser. Tuttavia, quasi tutti i browser moderni supportano almeno il livello DOM 2. Per ulteriori informazioni sugli eventi a livello di DOM, consulta la pagina di riferimento sui livelli del DOM di Mozilla.

TypeScript

function initMap(): void {
  const mapDiv = document.getElementById("map") as HTMLElement;
  const map = new google.maps.Map(mapDiv, {
    zoom: 8,
    center: new google.maps.LatLng(-34.397, 150.644),
  });

  // We add a DOM event here to show an alert if the DIV containing the
  // map is clicked.
  google.maps.event.addDomListener(mapDiv, "click", () => {
    window.alert("Map was clicked!");
  });
}

declare global {
  interface Window {
    initMap: () => void;
  }
}
window.initMap = initMap;

JavaScript

function initMap() {
  const mapDiv = document.getElementById("map");
  const map = new google.maps.Map(mapDiv, {
    zoom: 8,
    center: new google.maps.LatLng(-34.397, 150.644),
  });

  // We add a DOM event here to show an alert if the DIV containing the
  // map is clicked.
  google.maps.event.addDomListener(mapDiv, "click", () => {
    window.alert("Map was clicked!");
  });
}

window.initMap = initMap;

HTML

<html>
  <head>
    <title>Listening to DOM Events</title>
    <script src="https://polyfill.io/v3/polyfill.min.js?features=default"></script>

    <link rel="stylesheet" type="text/css" href="./style.css" />
    <script type="module" src="./index.js"></script>
  </head>
  <body>
    <div id="map"></div>

    <!-- 
      The `defer` attribute causes the callback to execute after the full HTML
      document has been parsed. For non-blocking uses, avoiding race conditions,
      and consistent behavior across browsers, consider loading using Promises.
      See https://developers.google.com/maps/documentation/javascript/load-maps-js-api
      for more information.
      -->
    <script
      src="https://maps.googleapis.com/maps/api/js?key=AIzaSyB41DRUbKWJHPxaFjMAwdrzWzbVKartNGg&callback=initMap&v=weekly"
      defer
    ></script>
  </body>
</html>
Visualizza esempio

Prova Samples

Sebbene il codice riportato sopra sia il codice dell'API Maps JavaScript, il metodo addDomListener() si associa all'oggetto window del browser e consente all'API di comunicare con oggetti al di fuori del normale dominio dell'API.

Rimozione dei listener di eventi

Per rimuovere un listener di eventi specifico, deve essere stato assegnato a una variabile. Puoi quindi chiamare removeListener(), passando il nome della variabile a cui è stato assegnato il listener.

var listener1 = marker.addListener('click', aFunction);

google.maps.event.removeListener(listener1);

Per rimuovere tutti i listener da una determinata istanza, chiama clearInstanceListeners(), passando il nome dell'istanza.

var listener1 = marker.addListener('click', aFunction);
var listener2 = marker.addListener('mouseover', bFunction);

// Remove listener1 and listener2 from marker instance.
google.maps.event.clearInstanceListeners(marker);

Per rimuovere tutti i listener di un tipo specifico di evento per un'istanza specifica, chiama clearListeners(), trasmettendo il nome dell'istanza e dell'evento.

marker.addListener('click', aFunction);
marker.addListener('click', bFunction);
marker.addListener('click', cFunction);

// Remove all click listeners from marker instance.
google.maps.event.clearListeners(marker, 'click');

Per saperne di più, consulta la documentazione di riferimento per lo spazio dei nomi google.maps.event.

In ascolto di errori di autenticazione

Se vuoi rilevare in modo programmatico un errore di autenticazione (ad esempio per inviare automaticamente un beacon), puoi preparare una funzione di callback. Se viene definita la seguente funzione globale, verrà chiamata quando l'autenticazione non va a buon fine. function gm_authFailure() { /* Code */ };